Minieolico: quanto conviene installare un impianto eolico domestico?

Installazione Impianto Footovoltaico 20 kW
Nuovo Impianto Fotovoltaico su Capannone ad Alessandria
30 aprile 2017
I Migliori Accumulatori per Fotovoltaico
Le 5 Migliori Marche di Accumulatori per Fotovoltaico
4 giugno 2017
Show all

Minieolico: quanto conviene installare un impianto eolico domestico?

Minieolio Domestico

Minieolico: che cos’è e come funziona

Prima di scoprire se l’installazione di un impianto eolico domestico possa rappresentare o meno un vantaggio per le nostre tasche, conviene fare un passo indietro e cercare di capire nel dettaglio in che cosa consista il sistema minieolico.
Il meccanismo di funzionamento di questo tipo di impianto si basa fondamentalmente sulla forza del vento, che viene utilizzato come fonte di energia alternativa.
La diffusione dell’eolico sul territorio nazionale va di pari passo con la ricerca di risorse energetiche pulite e rappresenta un’alternativa agli impianti solari, che sfruttano l’energia proveniente dal sole. Quando l’eolico viene applicato all’uso domestico si parla dunque di minieolico o di microeolico.

Quali sono i vantaggi di un impianto eolico domestico

Se utilizzato con intelligenza e con i dovuti accorgimenti, l’impianto eolico domestico può garantire un notevole risparmio sulla spesa energetica sostenuta per la propria abitazione. Gli incentivi economici al minieolico previsti dall’UE e le detrazioni fiscali garantite dal governo nazionale in caso di installazione di impianto eolico domestico rappresentano un ulteriore vantaggio da non sottovalutare nella scelta di questa fonte di energia rinnovabile.
L’aspetto fondamentale da tenere a mente prima di decidere di installare un sistema minieolico per la propria casa è dato però dalla ventosità della zona in cui si vive. Perché l’impianto eolico domestico funzioni a dovere è necessario, infatti, che il vento abbia una velocità media superiore a 5 m/s. Quest’ultimo è ritenuto per convenzione il limite minimo, al di sotto del quale l’installazione del minieolico può dirsi sconsigliata. Per conoscere le caratteristiche della propria zona di residenza ancor prima di rivolgersi ad un esperto nella produzione o nella vendita di questo tipo di impianti, è sufficiente consultare l’Atlante Eolico d’Italia. Qui è possibile osservare il grado di ventosità di ogni zona e trarre le dovute conclusioni circa la possibilità o meno di dotare la propria abitazione di un impianto eolico domestico. Da una rapida osservazione dell’atlante è possibile rilevare come le zone dotate di un grado di ventosità sostenuto siano concentrate nelle isole, oltre che lungo la costa e le catene montuose del suolo italiano.

Le diverse tipologie di impianto eolico domestico disponibili sul mercato

Il mercato mette a disposizione delle utenze domestiche diverse soluzioni di minieolico, che possono essere più o meno adatte al singolo caso.
Si parla, ad esempio, di
  • minieolico ad asse orizzontale
  • minieolico ad asse verticale

Minieolico ad Asse Orizzontale

Minieolico ad Asse Orizzontale

Nel primo caso l’asse di rotazione della turbina è parallelo al terreno, il che permette di produrre una quantità di energia elettrica considerevole nel caso in cui il vento sia costante e soffi ad una velocità ottimale. Lo svantaggio legato a questo tipo particolare di impianto è dato dalla posizione del generatore, che deve trovarsi in alto per sfruttare appieno la potenza del vento ed è di conseguenza raggiungibile con una certa difficoltà nel corso delle operazioni di manutenzione o di eventuale riparazione.

Minieolico ad Asse Verticale

Mini eolico asse verticaleNel minieolico ad asse verticale l’asse di rotazione della turbina è perpendicolare al suolo. L’aerogeneratore in questo caso può raggiungere i 3 metri o assestarsi ad un livello di altezza inferiore. Il vantaggio più importante correlato all’impianto eolico domestico ad asse verticale è rappresentato dalla sua capacità di sfruttare la potenza del vento anche in caso di vento turbolento o incostante. Questo tipo di impianto inoltre è meno rumoroso del minieolico ad asse orizzontale, il che lo rende la soluzione ideale per l’uso domestico all’interno delle piccole e grandi città.

I costi dell’installazione del minieolico

Per quanto riguarda il costo complessivo di un impianto eolico domestico, questo dipende essenzialmente dalla potenza del generatore che si decide di installare. In parole povere, maggiore sarà la potenza installata, maggiore sarà la spesa da dover sostenere.
Se ad esempio un impianto eolico domestico in grado di produrre 100 kW di energia utilizzando la potenza del vento presenta un costo di 1000 €/kW, la spesa per un sistema con capacità pari a 500 kW salirà fino a 5000 €/kW.
Il rispetto delle normative che regolano il minieolico in Italia consente di adottare per la propria abitazione una turbina eolica dotata di una capacità pari o inferiore a 100 kW ed alta al massimo 30 metri. Considerando che in ambiente domestico si consuma in media una quantità di energia elettrica pari a 11500 kWh nel corso di un anno, si può affermare che una turbina in grado di produrre da 5 a 15 kW rappresenta una buona fonte di energia alternativa e rinnovabile.
Gli ecobonus per il risparmio energetico costituiscono infine un ulteriore incentivo al passaggio al minieolico, fermo restando che l’abitazione abbia i requisiti utili per sfruttare al meglio il sistema in questione.
It's only fair to share...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *