Le 5 Migliori Marche di Accumulatori per Fotovoltaico

Minieolio Domestico
Minieolico: quanto conviene installare un impianto eolico domestico?
30 aprile 2017
Veneto 12 Milioni per Efficientamento Energetico PMI
Veneto: stanziati 12 milioni per Rinnovabili ed Efficienza Energetica nelle PMI
10 agosto 2017
Show all

Le 5 Migliori Marche di Accumulatori per Fotovoltaico

I Migliori Accumulatori per Fotovoltaico

Accumulatori per fotovoltaico: l’innovazione al servizio del risparmio energetico

Perché comprare un accumulatore di energia per l’impianto fotovoltaico

La nostra vita dipende sempre di più dall’elettricità. Essere in grado di generarla da soli è un grande risparmio. Per questo sono sempre più numerose le persone che scelgono di installare nella propria casa un impianto fotovoltaico, in grado di generarla in maniera autonoma e pulita. Il limite in questo metodo sta nel fatto che l’energia si produce solo di giorno, mentre è la notte che si registrano i più alti consumi. Questo significa che, quando il sole non c’è, si continua ad acquistare la corrente elettrica dal proprio operatore. Un accumulatore per fotovoltaico permette, invece, di conservare l’energia inutilizzata durante il giorno per sfruttarla nelle ore serali, grazie ad un sistema di immagazzinamento.

Oggi sono presenti sul mercato diverse tipologie di accumulatori. Ciò sta portando ad un notevole abbassamento dei prezzi, che in precedenza erano abbastanza proibitivi per semplici utenze domestiche, e ad una diffusione capillare di questo metodo di conservazione, che è diventato molto comune, sicuro ed aiuta a raggiungere una autonomia e un risparmio molto elevati.

Cosa sono e come funzionano gli accumulatori

Gli accumulatori per fotovoltaico non sono altro che batterie in grado di immagazzinare l’energia che non viene utilizzata, per renderla disponibile quando si cessa di produrla. Questo significa essere veramente in grado di sfruttare appieno la potenzialità dei pannelli solari.

Il fotovoltaico produce potenza durante il giorno; quella che non viene consumata, solitamente, viene rivenduta al gestore, con il cosiddetto scambio sul posto, ma ad un prezzo molto più basso rispetto a quello di mercato che si paga in bolletta. Una struttura di energy storage consente invece di utilizzare e sfruttare completamente la produzione energetica, con un notevole risparmio. Questi modelli non sono di certo una novità, esistono da tempo, ma sono diventati molto popolari grazie alle nuove tecnologie, che hanno permesso di introdurre batterie sempre più efficienti e meno costose. Si tratta di impianti intelligenti, che riescono a decidere autonomamente quando è arrivato il momento di conservare l’elettricità che è in surplus.

Un accumulatore per fotovoltaico può essere montato su qualunque impianto e può essere integrato o separato, cioè aggiunto anche successivamente alla sua installazione. Questo metodo consente di essere sempre più indipendenti dai fornitori di energia elettrica, sfruttando al massimo la capacità di produzione del sistema fotovoltaico, massimizzando la rendita e diminuendo la spesa.

Come scegliere al meglio un accumulatore per fotovoltaico

Il fulcro di questo procedimento di accumulo sono le batterie, responsabili dell’immagazzinamento dell’eccesso di energia prodotta durante il giorno. Devono essere scelte con una cura particolare, in base alle diverse esigenze di consumo. Esistono diversi tipi di batterie:

  • al piombo, erano le più diffuse fino a qualche tempo fa grazie al loro ottimo rapporto qualità prezzo
  • al nichel metallo idruro
  • al nichel cadmio
  • agli ioni di litio, che hanno un costo molto elevato ma altissime prestazioni
  • quelle con tecnologia ad alta temperatura, che sono più difficoltose da gestire, perché la loro condizione termica deve essere mantenuta sempre costante

Per scegliere un buon accumulatore per il fotovoltaico è bene innanzitutto affidarsi a esperti, che sappiano guidare e consigliare nella scelta. I fattori importanti da prendere in considerazione sono:

  • lo spazio che si ha a disposizione per la sua installazione, perché alcune batterie presenti sul mercato, come quelle al nichel, possono infatti essere molto ingombranti
  • il proprio fabbisogno energetico, perché analizzare la quantità di energia di cui si ha bisogno è importante per capire a quale tipo di mezzo affidarsi, dal momento che le diverse batterie hanno differenti capacità di accumulo, che fanno aumentare proporzionalmente i loro prezzi

Essere consapevoli della propria capacità di consumo è il miglior modo per scegliere il prodotto giusto e adatto.

Le 5 migliori marche di accumulatori per fotovoltaico presenti sul mercato

I prodotti sul mercato sono tanti, individuare il migliore non è certo semplice, ma è possibile stilare una classifica dei prodotti più innovativi, performanti ed efficienti.

Panasonic

L’azienda giapponese è entrata nel mercato con la batteria long-life agli ioni di litio, ha una capacità di accumulo di 1,35 kWh ed è in grado di fornire energia elettrica per almeno due ore. Un mezzo efficiente, che lavora in maniera intelligente per conservare e rilasciare energia in caso di bisogno. E’ garantita per 5000 cicli di carico e scarico ed è facilmente gestibile da un pc o da uno smartphone, mentre si è comodamente seduti sul proprio divano.

Bosch

Un’altra marca che non ha bisogno di presentazioni, garanzia di un prodotto performante ed efficiente. Presenta una batteria agli ioni di litio in grado di conservare energia e rilasciarla in maniera intelligente, durante la giornata, quando non si è coperti dalla produzione. E’ dotata di un sistema che permette, quando la batteria si sta esaurendo, di rifornirsi negli orari in cui la corrente elettrica costa meno. Con tempi di ricarica molto brevi, circa 90 minuti, consente l’apporto di un flusso continuo di energia all’abitazione.

Solarwatt

E’ un sistema completamente personalizzabile, studiato per le diverse esigenze di ogni casa. Si tratta di un corpo modulabile, con componenti indipendenti l’uno dall’altro, che possono essere aggiunti o rimossi, in base alle esigenze di consumo. Inoltre ha la possibilità di essere completamente smontato in tutte le sue parti, senza bisogno di cambiarlo in blocco in caso di usura, consentendo un notevole risparmio.

SMA

Un’azienda che ha fatto dell’innovazione il suo cavallo di battaglia. E’ presente sul mercato con due prodotti di punta. Sunny Boy Smart Energy è un prodotto combinato con un inverter fotovoltaico e una batteria al litio, capace di controllare gli elettrodomestici e massimizzare il consumo nei momenti di produzione più elevati. Sunny Island invece è pensato per sistemi autonomi.

Tesla

Con la sua Powerwall la casa produttrice americana ha introdotto una batteria al litio, con prezzi molto competitivi, che si avvale di un sistema automatizzato, resistente agli agenti atmosferici e completamente sicuro. Progettato per entrare in funzione, in maniera autonoma, durante black-out o in caso di momentanee cessazioni di erogazione di energia elettrica, può essere controllato in maniera efficiente da remoto, utilizzando pc, smartphone o tablet.

It's only fair to share...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *